Un investigatore privato può spiare WhatsApp?

Sono tantissime le persone che si chiedono se un investigatore privato possa spiare WhatsApp.

Per chi non lo sapesse ancora, WhatsApp è la piattaforma di messaggistica istantanea più adoperata al mondo.

Dunque è molto probabile che anche la persona eventualmente sospettata di mantenere delle condotte non idonee adoperi questo social network, e di conseguenza in tanti si chiedono se sia possibile in qualche modo intercettare i messaggi e le conversazioni inviate e ricevute tramite WhatsApp al fine di poter fare luce sciogliere ogni dubbio.

Sicuramente avere accesso alle chat aiuterebbe a risalire alla verità e dunque verificare se i propri sospetti siano fondati o meno. Chiaramente, la persona sospettata difficilmente concederà ad altri di poter leggere le proprie conversazioni private e da qui nasce l’esigenza di riuscire a trovare un modo alternativo per poter leggere le conversazioni a sua insaputa.

Diciamo innanzitutto che ci sono tutta una serie di software il cui utilizzo è vietato dalla legge, i quali dunque non possono per nessun motivo essere adoperati per controllare WhatsApp. Ne parliamo di seguito.

I software spia

Esistono infatti appositi software spia che, se installati (chiaramente a sua insaputa) nello smartphone della persona da spiare,  consentono a qualsiasi altro smartphone collegato a tale software di poter leggere in tempo reale tutti i messaggi che vengono inviati e ricevuti, inclusi quelli passati. 

Devi sapere che adoperare questo tipo di strumento è un reato perseguibile per legge. Non è possibile dunque intercettare in maniera occulta i messaggi e le comunicazioni di una persona a sua insaputa.

Nemmeno un investigatore privato è autorizzato ad intercettare le conversazioni su WhatsApp di una persona, dato che neanche lui è al di sopra della legge e andrebbe incontro anche al ritiro della licenza in questo caso.

Dunque l’idea di spiare WhatsApp tramite appositi software spia dovrebbe presto essere abbandonata, e dovremmo invece chiederci quali potrebbero essere i metodi alternativi e legali per raggiungere il nostro scopo.

Come poter scoprire e dimostrare un tradimento allora?

Nel caso in cui si sospetti che il proprio partner possa essersi reso colpevole di avere allacciato una relazione sentimentale o sessuale con un’altra persona a di fuori del matrimonio, una agenzia investigativa ha diversi strumenti a sua disposizione che possono consentire di mettere in luce la verità. Parliamo ad esempio di classiche tecniche investigative quali appostamenti e pedinamenti, così come il reperire preziose informazioni su internet e acquisire precisa documentazione fotografica e video che può essere utilizzata poi anche in sede legale.

Le risorse a disposizione di un investigatore privato sono pressoché infinite, e molto dipende chiaramente dalla sua esperienza nell’ambito delle infedeltà coniugale. Per questo fai bene a considerare l’idea di ingaggiarne uno.

Al termine delle attività di indagine, un investigatore privato fornisce al cliente committente un dettagliato report che evidenzia tutte le informazioni delle quali è venuto in possesso, inclusa eventuale documentazione fotografica o video.

Alla luce del contenuto di tale report il cliente avrà certamente una risposta ben precisa alla sua domanda e dunque potrà, in un senso o nell’altro, sciogliere il proprio dubbio e sapere finalmente se il partner lo stia tradendo o meno.

Questa è la via più sicura per giungere alla verità, anche dal punto di vista legale, che tutti dovrebbero prendere in considerazione quando nutrono il sospetto che il partner possa avere intrapreso un’altra relazione.

Nessun software illegale dunque, e nessun tipo di azione contraria a quanto previsto dalla legge, ma al contrario tutta l’efficacia di azioni investigative che hanno la facoltà di portare alla luce la verità e risolvere ogni dubbio.